È possibile mettere il parquet in bagno? Vantaggi e svantaggi

Il legno è un materiale che ammalia ed affascina per la sua naturalezza e versatilità, infatti si adatta perfettamente in ambienti dallo stile rustico, ma anche più moderni e contemporanei. Si può usare il legno in bagno? In linea di massima la risposta è sì, ma è opportuno fare attenzione ad alcuni particolari.

Ne parliamo con Friuli Ristrutturazioni che si occupa di ristrutturazione bagni a Udine e Friuli.

Sono molto diffusi i mobili in bagno, che conferiscono calore ed intimità all’ambiente. Per quanto riguarda il parquet in bagno invece è richiesto qualche accorgimento in più, soprattutto per quanto riguarda la posa ed il fissaggio.

Alcune persone preferiscono evitare il legno in bagno, ritenendo che possa essere danneggiato da infiltrazioni d’acqua. Nei seguenti paragrafi ti illustro i pro ed i contro del parquet in bagno, così puoi avere una panoramica più ampia.

Parquet in bagno: perché si

Innanzitutto il legno conferisce intimità e naturalezza ad ogni bagno, contribuendo ad ottimizzare l’estetica. Basta infatti posare il parquet in un bagno spoglio per valorizzarlo ed arricchirlo, combinando sapientemente design ed estetica. A seconda dello stile al quale vuoi ispirarti, puoi successivamente aggiungere qualche complemento d’arredo ed accessori per personalizzare l’ambiente.

Il legno è un materiale robusto e resistente e, se sottoposto alle opportune lavorazioni, regge perfettamente l’urto contro macchie ed umidità. Per assicurarsi prestazioni elevate rivestono un ruolo fondamentale la posa ed il fissaggio, che vanno effettuati con estrema precisione e professionalità. Proprio per questo motivo è consigliabile affidarsi a professionisti del settore che conoscano alla perfezione i vari passaggi per la posa ed il fissaggio.

Il legno ha inoltre bisogno di essere sempre asciutto, poiché pozzanghere e ristagni d’acqua possono rovinarlo con inevitabili decadimenti delle prestazioni. Il proprietario è quindi più invogliato a tenere il bagno pulito e ordinato.

Parquet in bagno: perché no

Non c’è rosa senza spine ed il parquet, per quanto rappresenti una soluzione affascinante ed intrigante, presenta anche degli svantaggi.

Il legno necessita di molte cure, a partire da una continua ventilazione dell’ambiente. Non è quindi la scelta ideale se il bagno è molto umido o privo di finestre. Dopo ogni doccia devi far arieggiare l’ambiente per evitare che possa accumularsi troppa umidità che rischia di danneggiare seriamente il legno.

Non tutti i legni sono poi indicati per il parquet per le loro peculiari caratteristiche. Ad esempio il legno di rovere, per quanto elegante e ricercato, risulta estremamente fragile e può danneggiarsi in caso di urti, cambi di temperatura ed infiltrazioni d’acqua. Informati bene sulle caratteristiche del legno che intendi posare per il tuo parquet.

La posa è un intervento che richiede più tempo ed una maggiore specializzazione, quindi risulta piuttosto costosa. Per garantire la massima resistenza alle infiltrazioni d’acqua il legno deve essere incollato con precisione ed i tasselli vanno perfettamente sigillati tra di loro.

Infine è richiesta una manutenzione continua, che prevede l’utilizzo di prodotti specifici per la pulizia del legno. I semplici prodotti del supermercato potrebbero danneggiare il parquet ed inoltre ogni legno ha bisogno di articoli specifici.

In conclusione il parquet in bagno è una soluzione suggestiva dall’effetto wow assicurato, tuttavia è più costoso e richiede maggiore manutenzione. A te la scelta!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi