Bambù nel tuo giardino? Scopri come coltivarlo

 

Nonostante la vendita del bambù sia diffusissima online (vedi banbamboo.com) e nei negozi per articoli da giardinaggio, c’è chi preferisce coltivarlo nel proprio giardino. Questa virtuosa pianta asiatica, presente in natura in innumerevoli specie, varia in grandezza e altezza. Da pochi centimetri, infatti, può raggiungere anche altezze imponenti. Coltivare il bambù non è difficile, ma crescerà in salute a patto che il clima sia quello giusto. Hai in mente di piantarlo nel tuo giardino?

Se la risposta è sì, oggi ti daremo un aiuto valido per farlo, continua a leggere la nostra mini-guida.

La lista della spesa

Ecco cosa ti servirà per la tua coltivazione di bambù in giardino (a parte quest’ultimo).

  • Semi di bambù
  • Compost

Tutto qui? Esatto. Come dicevamo, l’unico problema nel coltivare il bamboo potrebbe essere il clima non favorevole.

Scegli la specie giusta

Per fortuna, però, la pianta asiatica è disponibile in numerose varianti, per cui potrai arginare l’ostacolo del clima scegliendo quella che meglio si adatta alle temperature della tua zona. In generale, considera che il bambù deve stare al sole almeno 8 ore al giorno. Alcune specie, tuttavia, hanno bisogno di ombra proprio nelle ore più assolate.
Anche il terreno, come immaginerai, influenzerà l’esito della tua coltivazione. Il bambù attecchisce e cresce meglio nei terreni marnosi, da rendere più fertili con l’aggiunta di sostanze chimiche arricchenti e composti.
E il vento? Influisce eccome! Prima di posizionarla, ricorda che si tratta di una pianta dalle radici poco profonde e dal fusto alto. Va da sé che un vento insistente potrebbe tirarla fuori dal terreno danneggiando la coltivazione. Ti suggeriamo, pertanto, di piantarla in una zona abbastanza riparata: il top sarebbe dietro una siepe.

Le fasi della semina

Semina il bambù all’inizio della primavera, dopo il freddo e la gelata d’inverno.
La semina avverrà in più fasi:

  1. Prepara i semi.
  2. Immergili in acqua per 6 o 12 ore.
  3. Spostali in vasetti colmi di terriccio specifico.
  4. Tienili in una zona ombreggiata e innaffiali ogni giorno.
  5. Trapianta le piantine dopo tre o quattro mesi, posizionandole a una distanza di 1 metro o 1 metro e mezzo l’una dall’altra. La grandezza della buca dovrà essere quasi il doppio della radice di ciascuna pianta.

Ha bisogno di attenzioni

La pianta di bambù può essere coltivata senza spendere troppo e in modo semplice, ma ha bisogno di tante attenzioni. Ricordati di innaffiare abbondantemente la tua coltivazione due volte a settimana, se il tempo è mite, e di potenziare la dose quando il caldo si fa torrido. Fa in modo che non si creino dei ristagni d’acqua: marciscono la pianta. Quando le temperature si abbassano, invece, proteggi le radici per evitare che gelino.

Quanto è grande il tuo giardino? Hai già in mente la specie di pianta di bamboo che desideri coltivare?

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi