Quanto vale la nostra sicurezza domestica?

{CAPTION}

Vorrei ma non posso!, sembra il titolo di una vecchia canzone che ci accompagnava da ragazzi.

Quante volte ciascuno di noi, anche solo inconsapevolmente, ha allontanato da se il pensiero di occuparsi della propria sicurezza e di quella della propria famiglia trincerandosi dietro motivazioni di carattere economico?

Per l’amor di Dio, è chiaro che a nessuno di noi in un periodo unanimemente riconosciuto di profonda crisi economica verrebbe in mente di fare i conti in tasca a qualcun altro però consentiteci, attraverso un breve escursus logico-deduttivo di dimostrarvi l’infondatezza delle vostre argomentazioni.

La domanda potrebbe essere: qual è il miglior prezzo antifurto reperibile sul mercato attualmente?. Quali caratteristiche deve avere? Quale tecnologia devo considerare?

La risposta potrebbe non essere semplice come sembra ma ci proveremo partendo dal concetto di globalizzazione economica.

 

 

Fino ad oggi, infatti, le forme di vendita tradizionale cui eravamo abituati hanno sempre limitato le nostre scelte alla disponibilità presso gli esercizi commerciali del nostro paese di quanto stavamo cercando, determinando secondo le note leggi di mercato che legano il prezzo alla domanda, la quasi impossibilità di accesso a tecnologie evolute come quelle degli impianti di allarme, appannaggio quindi di una cerchia ristretta di persone con maggiori disponibilità economiche.

Oggi per fortuna lo strumento globalizzante per eccellenza, il web. Entra prepotentemente nelle case di ciascuno di noi divenendo strumento di commercializzazione diffusa da parte di avveduti produttori di settore che, non solo possono garantire maggiore diffusione riuscendo a contenere i prezzi ma, considerata la vulnerabilità della propria esposizione in rete devono anche garantire elevati standard qualitativi e di assistenza.

Facciamo solo una prova, anche se non siamo ancora scettici sull’argomento, procuriamoci anzitutto una piantina dettagliata della nostra casa ed individuiamo con attenzione quelli che secondo noi sono i punti critici maggiormente vulnerabili da parte di eventuali malintenzionati.

Il secondo passo da fare è stabilire se il nostri impianto lo vogliamo completamente senza fili (wireless), con i fili o a tecnologia mista a seconda delle caratteristiche della nostra abitazione non dimenticando una congrua valutazione di rischio di eventuali aree esterne come giardini o terrazze ove si potrebbe considerare l’aggiunta di qualche telecamera di videosorveglianza.

Sceglieremo infine l’azienda secondo noi maggiormente affidabile e chiederemo uno o più preventivi al solo scopo di valutare il tutto con serenità.

Siamo quindi certi del sorriso che inevitabilmente attraverserà il vostro viso mentre vi chiederete con insistenza: Ma come ho fatto a non pensarci!

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi