Il grado di sicurezza delle porte blindate

{CAPTION}

 

Installare le porte blindate è una scelta che permette di proteggere l’abitazione o lo studio professionale dall’intrusione dei malviventi e di aumentare, di conseguenza, il comfort abitativo e la sensazione di sicurezza, soprattutto in aree affollate o in zone particolari delle città. Le porte ‘normali’ dotate di serrature classiche vengono infatti considerate poco sicure, in quanto facili da violare da parte dei ladri, anche con mezzi di fortuna. La porta blindata viene anche chiamata porta anti-effrazione, perché si basa su un meccanismo che scoraggia i ladri e i malviventi a forzarle e quindi ad entrare negli immobili.

E’ interessante notare che esistono diversi classi di sicurezza delle porte blindate. Ogni porta di questa tipologia è certificata nella anti-effrazione in base a dei test che vengono eseguiti ad hoc. La norma di riferimento è la Uni Env 1627 e successive e le classi sono in totale sei, dove l’ordine di anti-effrazione è crescente. Una porta blindata di grado sei è la più sicura presente nel mercato, mentre una porta blindata di classe sicurezza uno è la meno ‘sicura’ fra quelle disponibili in commercio. Molte sono le caratteristiche che vengono considerate in fase di test, quali la tipologia di serratura, i materiali impiegati, la tecnologia e anche l’isolamento termoacustico della struttura. Tre sono le prove che vengono effettuate per stabilire la classe di appartenenza delle porte blindate. Il primo test interessa la resistenza al carico statico, il secondo la resistenza al carico dinamico e il terzo interessa la resistenza all’attacco manuale. A seconda dei risultati ottenuti, viene quindi stabilito il grado di anti-effrazione delle porte blindate.

La porte di questa tipologia sono costituite da diversi componenti, che una volta assemblati danno origine ai sistemi anti-intrusione. Si tratta del contro-telaio, delle zanche che vengono incassate nella muratura e del telaio, elementi basilari di tutte le porte. Vi sono quindi le cerniere, l’eventuale strato che va ad assicurare la coibentazione termoacustica, la lamiera in acciaio esterna ed interna e il longarone di rinforzo, il cilindro di sicurezza e le sezioni di chiusura. Le porte blindate si compongono quindi del deviatore di chiusura e della doppia guarnizione di battuta, quindi dei montanti di rinforzo. Queste sono le sezioni delle porte blindate, dove gli elementi specifici inseriti nelle tipologie blindate sono sicuramente la serratura con cilindro di sicurezza, le lamiere in metallo interne ed esterne, le zanche che vengono incassate nella muratura e i montanti di rinforzo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi