Guida alle colle da utilizzare per incollare la plastica

Guida alle colle da utilizzare per incollare la plastica

Se si vuole incollare oggetti di plastica bisogna innanzitutto tenere conto di alcune cose come il tipo di plastica e di conseguenza il tipo di colla più adeguato in modo da poter avere un risultato soddisfacente.

Per capire con quale tipo di plastica abbiamo a che fare per prima cosa si può fare un'analisi delle caratteristiche che vengono riportate sull'oggetto stesso. Infatti su molti degli oggetti di plastica che utilizziamo giornalmente è presente un triangolo formato da tre frecce con all'interno un numero o una sigla alfa-numerica. Questo simbolo indica il materiale di cui è fatta la plastica e permette di scegliere la colla più adeguata. Se all'interno del triangolo è presente il numero sei o la sigla PS, allora la plastica è costituita da polistirene. Le colle più adeguate a questo tipo di materiale sono quelle epossidiche, le colle cianocrilate e quelle polimeriche. Quando invece nel triangolo si trovano i numeri due, tre, o quattro o le sigle PP, HDPE, UMHW o LDPE si sta parlando di plastiche al polietilene o al polipropilene che essendo molto caratteristiche, hanno bisogno di colle specifiche che riportano sulla confezione l'esatto nome di queste plastiche. Se i numeri nel triangolo sono il sette o il nove allora si parla di plastiche miste. Per essere incollate, queste ultime hanno bisogno di colle cianocrilate o epossidiche.

Alcune volte però sul materiale plastico che vogliamo incollare non è presente alcuna indicazione sulla sua natura e quindi bisogna cercare informazioni in maniera diversa, magari tramite una ricerca sul web. Attraverso questa guida si possono avere delle informazioni su alcune di queste tipologie di plastica.

Un primo esempio sono le plastiche trasparenti, come le custodie dei cd, oppure quelle che imitano i vetri. Questa tipologia di plastica è spesso polistirene che come detto in precedenza può essere incollata tramite una colla epossidica bicomponente per plastica oppure con colle polimeriche e cianocrilate. Esiste poi un altro tipo di colla adeguata che è la cementite polimerica.

Un altro tipo di plastica molto presente in casa, soprattutto se si hanno dei figli è quella che costituisce i mattoncini lego. Il materiale con cui sono costituiti questi mattoncini è chiamato ABS e la colla più performante per questo tipo di materiale è certo quella epossidica.

Altri tipo di oggetti in materiale plastico molto presenti in casa sono bottiglie, contenitori per il cibo, secchi che nella maggior parte delle volte sono costituiti da polietilene e polipropilene. Entrambi questi tipi di materiali hanno bisogno di colle specifiche per questi materiali perché si possa fare un buon lavoro di incollatura.

Scelto il tipo di colla più adeguato alle caratteristiche della plastica che dobbiamo incollare, adesso bisogna svolgere l'azione. Benché incollare due oggetti sia un processo molto intuitivo e semplice, ci sono alcune accortezze che se prese permettono di portare a termine un lavoro più preciso e fatto bene.

Per prima cosa bisognerebbe lavare gli oggetti che si vogliono incollare in modo da eliminare possibili tracce di grasso da essi che potrebbero rendere meno performante la colla. Dopo averli lavati sarebbe meglio trattare gli oggetti attraverso dei guanti in modo da non applicare noi stessi del sebo su di essi. Un'altra operazione che si dovrebbe fare, è quella di smerigliare la superficie che sarà soggetta ad incollatura, attraverso carta vetrata o lana metallica. Questa operazione permette di creare delle rugosità sulla superficie rendendo più agevole il lavoro della colla. Quando si applica la colla poi, è opportuno stenderla su entrambe le superfici in modo da potenziarne l'effetto e successivamente premere con decisione sugli oggetti in modo da eliminare possibili bolle d'aria che si creano nel film dell'adesivo, permettendo così di creare un numero maggiore di legami ed evitando possibili cedimenti della colla nel tempo. A seconda della tipologia di adesivo incollante poi, potrebbe essere necessario tenere le due parti che devono essere incollate, strettamente a contatto per un periodo di tempo lungo ed è quindi necessario usare morsetti o elastici per questa operazione.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi