Cappotto termico interno: i vantaggi

Quando si acquista un appartamento o si decide di intervenire su un edificio già esistente per riqualificarlo e renderlo il più confortevole possibile, in ogni stagione dell’anno, pensare alle ingenti spese che caloriferi e sistemi di condizionamento portano con sé negli anni è assolutamente necessario per fare una scelta intelligente.

Gli attuali metodi basati su fonti di energia non rinnovabili e spesso non compatibili con l’ambiente, non sono più sostenibili sul lungo periodo. Meglio cominciare fin da ora a guardarsi intorno e, nel nostro piccolo, ad attrezzare gli ambienti domestici con soluzioni alternative. Soprattutto se abbiamo intenzione di ristrutturare la nostra abitazione. 

La gran parte della spesa elettrica e relativa ad altre fonti utilizzate per riscaldare e raffreddare la nostra abitazione a seconda delle stagioni arriva infatti da un isolamento termico poco performante della casa dove tra porte, spifferi delle finestre e pareti non protette, si rischia di avere un appartamento praticamente troppo freddo o troppo caldo 365 giorni l’anno.

Per ovviare a questa situazione è possibile ricorrere al cappotto termico interno, una particolare opera muraria grazie alla quale è possibile rivestire internamente le pareti di casa per evitare che il freddo o il caldo provenienti dall’esterno condizionino in maniera sbagliata la temperatura ideale del vostro appartamento. Tutto questo senza dimenticare l’importante risparmio in termini di denaro speso per riscaldare o raffreddare casa nei periodi più rigidi o più caldi.

Ma vediamo ora quali sono i vantaggi della messa in opera di un cappotto termico interno per comprendere più da vicino in cosa consiste l’intervento e quale impatto avrà sulla vostra casa.

  1. Il cappotto termico interno altro non è che l’applicazione di pannelli isolanti nella parte interna della casa. Questi pannelli super sottili, pensati appositamente per ridurre il più possibile il disagio dell’ingombro, sono legati alle pareti mediante l’utilizzo di uno strato fine di malta;
  2. L’intervento di messa in opera è solitamente rapido e poco invasivo. Non sarà necessario, infatti, a differenza del cappotto esterno, rompere le mura. In questo caso basterà incollare dall’interno dei pannelli ed in pochi giorni l’intervento sarà completato in tutte le stanze;
  3. Col cappotto termico interno direte finalmente addio ai livelli di umidità sempre troppo alti della casa ottenendo così un’aria più salubre da respirare ed un’abitazione dove tutti gli ambienti mantengono una temperatura gradevole tutto l’anno.

Riassumendo : Il cappotto interno è utile per garantire isolamento termico e acustico, in fase di realizzazione bisogna prestare particolare attenzione alle caratteristiche del materiale isolante scelto.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi