Come arredare il nuovo ufficio? ecco cosa non deve mancare

Come arredare il nuovo ufficio? ecco cosa non deve mancare Cambiare il proprio luogo di lavoro non è un evento da prender sotto gamba. Quest'estate è toccato a me affrontare un rinnovamento importante; il mutamento ha occupato parecchio tempo e molta parte dei miei pensieri. D'altra parte il proprio ufficio è molto più di una seconda casa poiché, a ben pensarci, è il luogo in cui si trascorre la maggior parte della giornata. Mi è capitato di riflettere a lungo su come arredare il mio posto di lavoro; giungere ad una soluzione definitiva non è stato agevole poiché l'ufficio, per sua natura, deve essere al tempo stesso confortevole ed efficiente. Coniugare entrambi gli aspetti per realizzare un luogo di lavoro perfetto ha richiesto ingegno e creatività. Alla fine ho deciso di documentarmi un po' consultando varie proposte on line alla ricerca di consigli preziosi e, dopo un periodo di tempo non troppo lungo, sono riuscita a tracciare le linee guida su cosa mi fosse davvero necessario. Oggi, desidero condividere con voi, i risultati delle mie riflessioni cercando di sintetizzare alcuni elementi che non possono proprio mancare sul nuovo posto di lavoro.

Sedie, poltrone e divani

In ufficio trascorro indiscutibilmente la maggior parte della mia giornata. Tanto vale, ho pensato, farlo nel modo migliore. Mi sono soffermata a lungo sulla scelta della sedia migliore. Naturalmente non esiste una ricetta universale poiché ognuno di noi è diverso dall'altro per cui, alla fine, è possibile affermare che la sedia giusta è quella ci consente di lavorare assumendo una postura corretta e, ovviamente, comoda. Poiché ognuno di noi è diverso per corporatura ed assume, invariabilmente, una postura assolutamente personale e variabile nel tempo, la sedia giusta, per me, è quella che consente la massima personalizzazione possibile in relazione alle diverse esigenze. Oltre ad essere ergonomica, la sedia deve essere bella ed elegante; da essa dipende la salute della mia schiena, l'andamento del mio umore e la mia produttività alla scrivania. Poiché l'ufficio non è soltanto un luogo di lavoro, ma è anche uno spazio di condivisione del tempo, ho pensato di valutare anche l'idea di dotarmi di una sedia da gaming in modo da poter sfruttare le pause per attività ludiche da dividere con i miei compagni di lavoro. Se non avete ancora avuto modo di scoprire un accessorio dal design tanto accattivante quanto tecnologicamente avanzato ci consiglio di consultare il seguente link: www.sediedagaming.it ove potrete soddisfare ogni curiosità.

Librerie e scaffali

Organizzare lo spazio intorno è importante quasi quanto avere una sedia perfetta; detesto il disordine e, in un ambiente di lavoro, nonostante il processo di digitalizzazione continuo, non mancano carte e documenti da archiviare. La libreria perfetta, a mio parere, è quella che mi consente di realizzare composizioni differenti in modo da avere tutto sotto controllo e sistemato al posto giusto. Pur non perdendo di vista l'essenzialità del luogo, unito ad una ricerca contenuta di un design elegante, le composizioni a muro che prevedono vani di diverse dimensioni modulabili anche mediante l'uso di ante mi hanno attirato irrimediabilmente. D'altronde avere anche qualche spazio chiuso in cui nascondere le pile di documenti che vengono elaborati man mano è una peculiarità da non trascurare.

Scrivanie e cassetti

Il piano di lavoro ( la scrivania tanto per intenderci) è fondamentale per lavorare al meglio. Deve essere larga quanto basta per accogliere tutta la mia dotazione da ufficio. Computer, tastiera, mouse e cancelleria devono essere sistemati in modo strategico lasciandomi ampia libertà di movimento. Nella mia scelta mi sono indirizzata verso un modello che mi consentiva di avere uno spazio aggiuntivo nascosto nelle gambe che sostengono il mio piano di lavoro: si tratta di scrivanie che si appoggiano su supporti più ampi che contengono cassetti e ripiani (perfetti, ad esempio, per accogliere le risme di carta che non so mai dove nascondere).

Attenzione ai punti luce

Il sistema di illuminazione di un ufficio è un elemento di valutazione primaria nell'ottica di mantenimento produttivo elevato accompagnato da un grado di piacevolezza e di comfort. Non potendo intervenire fattivamente sui punti luci, non ho comunque voluto rinunciare ad una lampada da tavolo. L'ho scelta, in base al mio gusto personale, molto essenziale, ma elegante in grado di emanare una luce calda in grado di trasmettermi sensazioni positive. Se lo spazio ve lo consente potete valutare, non solo in ottica di dar luce, ma anche complemento di arredo, di posizionare una piantana ad arco in grado di conferire al vostro spazio un tocco assolutamente glamour.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi