5 consigli per risparmiare sulla bolletta della luce

Il migliore consiglio che possiamo darvi per risparmiare sulla bolletta dell’elettricità è di andare alla ricerca della tariffa della luce più conveniente. Ma come riuscire a scovare una tariffa leggera e calibrata sulla base degli effettivi consumi? Semplice, utilizzando un sito internet di comparazione dei prezzi. Sono innumerevoli i siti di questa tipologia oggi disponibili sul web, in grado di permettervi di richiedere più preventivi con la compilazione di un unico form, così da risparmiare tempo, così da avere il quadro della situazione sotto gli occhi nel giro di pochi minuti. Tra i siti di comparazione dei prezzi che vi consigliamo caldamente di scegliere, dobbiamo ricordare Chetariffa, che prevede come partner niente meno che ENI, Iren, Optima, Green Network Energy e Illumia. Avrete insomma la possibilità di comparare tra loro alcuni dei più importanti nomi del settore.

Certo, scegliere la tariffa luce più conveniente è il primo passo da compiere per risparmiare sulla bolletta, ma di certo non è l’unico. Ci sono infatti alcune scelte e alcuni comportamenti che vi offrono la possibilità di risparmiare ulteriormente. Ecco i 5 consigli di risparmio che ci sentiamo in dovere di darvi:

  1. Dovete acquistare un nuovo elettrodomestico per la vostra casa? Andate alla ricerca solo ed esclusivamente di elettrodomestici a basso consumo, quelli quindi che sono stati inseriti in classe energetica A+++ o A++. Non scendete mai al di sotto di queste due categorie energetiche! Certo, questi sono elettrodomestici costosi, ma è anche vero che vi basterà attendere delle offerte allettanti, che vengono periodicamente accese dai migliori negozi di elettronica e dai migliori ecommerce, per riuscire a risparmiare. Inoltre l’investimento iniziale si ripaga da solo nel giro di pochissimo tempo, dato che appunto l’utilizzo di questi elettrodomestici comporta un eccellente risparmio in bolletta.

  2. Ogni volta che dovete sostituire una lampadina in casa, andate alla ricerca delle lampadine a basso consumo. Ma, dirà qualcuno di voi, oggi come oggi non sono forse disponibili in commercio solo ed esclusivamente lampadine a risparmio energetico? Sì, è vero, le leggi che sono entrate in vigore nel corso degli ultimi anni hanno letteralmente messo al bando le lampadine ad incandescenza, che consumano energia in eccesso e che non consentivano ai paesi di raggiungere gli obiettivi previsti dall’Unione Europea. Nonostante questo, non tutte le lampadine a risparmio energetico oggi disponibili in commercio sono da considerarsi eccellenti. Le uniche davvero eccellenti sono quella a LED. Sono proprio queste quindi quelle che dovete scegliere. Spesso non si acquistano le lampadine a LED perché sono le più costose, ma possiamo assicurarvi che sono anche quelle che durano più a lungo nel tempo. In realtà quindi anche se sono le più costose, sono quelle che vi consentono di risparmiare di più.

  3. Non dovete mai lasciare niente acceso se non viene utilizzato. Anche se le lampadine a LED che avete acquistato per la vostra casa consumano pochissima energia, perché mai dovreste tenerle accese se la luce che arriva dalle finestre è più che sufficiente? Perché mai dovreste tenerle accese quando abbandonate una stanza, per poi non farvi più ritorno per qualche ora? E lo stesso ovviamente vale per tutti gli apparecchi elettronici. Non ha alcuna senso infatti tenere la televisione accesa o il computer acceso se non li state utilizzano, così come non ha senso lasciarli in stand by. Sì, anche quella piccola lucina che è presente sugli apparecchi elettronici quando sono spenti consuma energia. Meglio staccarli dalla corrente, per evitare ogni genere di spreco!

  4. È estate e nella maggior parte delle città italiane ormai fa davvero molto caldo, con temperature torride che possono rendere difficile portare avanti al meglio ogni genere di attività quotidiana. Per fortuna esistono i condizionatori! I condizionatori però consumano molta energia, soprattutto se non vengono utilizzati nel modo adeguato. Ecco perché capita spesso che le bollette relative al periodo estivo siano salatissime! Prima di tutto ci teniamo a ricordare che è sempre bene installare un condizionatore in una classe energetica elevata. Inoltre è fondamentale che i condizionatori siano accesi solo quando le finestre di casa sono chiuse, altrimenti incorrerete in una dispersione termica, in un conseguente aumento del lavoro che i condizionatori sono costretti a fare e quindi anche del loro consumo. I condizionatori poi non devono essere regolati su una temperatura bassa come quelle che è possibile trovare al Polo Nord! La temperatura ideale per le abitazioni, sia in estate che in inverno, si aggira intorno ai 18°C!

  5. È molto importante infine che impariate ad utilizzare al meglio tutti i grandi elettrodomestici di casa. La lavatrice deve sempre essere fatta solo a pieno carico e possibilmente optando per lavaggi brevi e a freddo o comunque per lavaggi a basse temperature. Se presente, anche la funzione eco è una buona scelta, che consente infatti di risparmiare molta energia. Anche la lavastoviglie deve essere fatta sempre a pieno carico e optando per lavaggi brevi. Il frigorifero deve essere posizionato ad una distanza adeguata dai muri, per evitare che il motore si surriscaldi e che quindi si ottenga un consumo eccessivo di elettricità. Inoltre è bene regolare la temperatura in base alla temperatura esterna. Se infatti le temperature esterne sono piuttosto basse, come accade in pieno inverno, non ha alcun senso tenere il frigorifero al massimo, possiamo assicurarvelo!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi