Banana rolls: cosa sono e come ridurre i rotolini che si formano sotto i glutei

Banana rolls: cosa sono e come ridurre i rotolini che si formano sotto i glutei

Guardandovi allo specchio avete notato degli antiestetici “rotolini” sotto i glutei? Si tratta dei “banana rolls”, rotolini a forma di banana, un accumulo di cellulite che si deposita proprio sotto il gluteo, compromettendone la forma. Ridurre questo grasso localizzato è importante, sia per ragioni estetiche che di salute, in quanto influirebbe sulla comparsa delle vene varicose. Scopriamo allora cosa sono i banana rolls, gli esercizi mirati da praticare e i cibi da consumare.

Cosa sono i “banana rolls” che si formano sotto i glutei

I banan rolls, da non confondere con la culotte de cheval, sono una tipologia di inestetismo estetico: si tratta di un piccolo accumulo adiposo a forma di banana che si forma sotto la piega orizzontale, sulla parte superiore della coscia posteriore, immediatamente sotto il gluteo. Questa sorta di “salsicciotto” antiestetico si forma solitamente quando il gluteo è rotondo e pieno: la sua pienezza pesa sulla coscia formando un accumulo che non è adipe, ma ritenzione idrica. Bisogna quindi alleggerire la coscia il più possibile per ridurli. Ecco alcuni esercizi mirati da eseguire.

Gli esercizi mirati per una routine anti “rotolini a banana”

Eseguire una routine di esercizi mirati può aiutare a ridurre il grasso sotto i glutei, conosciuto anche come “banana”. Come prima cosa eseguite esercizi cardio: camminata veloce, marcia o corsa, che potete eseguire anche in un punto fermo, se non avete spazio. Vi aiuterà a riscaldare il corpo e ad allungare le gambe così che i muscoli non si strappino durante l’allenamento.

Allungamento dei fianchi: sdraiatevi, piegate le ginocchia, stringete i glutei e sollevate i fianchi più che potete. Mantenete la posizione per 15 secondi e ritornate nella posizione iniziale, ripetendo per 3 volte. Non appena vi sarete abituate all’esercizio, potete aggiungere dei pesi.

Squat: la posizione di partenza dello squat è in piedi, con le gambe divaricate in parallelo rispetto alle spalle. Da questa posizione abbassate il corpo flettendo le ginocchia e abbassatevi fin dove riuscite mantenendo la posizione per 15 secondi. Mentre svolgete l’esercizio tenete le mani sui fianchi oppure sollevate le braccia così da esercitare due zone alla volta.

Slancio all’indietro: l’esercizio successivo consiste nel dare dei calci all’indietro. Appoggiate a terra avambracci, gomiti e ginocchia, comprimete l’addome e sollevate una gamba all’indietro, all’altezza dei fianchi. Le ginocchia saranno piegate come a voler raggiungere il soffitto con il tallone. Ripetete una serie da 15 alternando le gambe. Con il tempo potete aumentare la difficoltà sollevando anche il braccio dal lato contrario alla gamba alzata.

Affondi: partite dalla posizione in piedi, fate un passo avanti flettendo la gamba anteriore e mantenete la posizione per almeno 3 secondi, ritornando poi nella posizione di partenza. Effettuate 3 serie da 10 alternando le gambe.

Mezzo squat con salto: in posizione eretta spingete fuori i glutei e fate le flessioni senza abbassarvi completamente, ma facendo in modo che le gambe siano in linea retta. Con le braccia in avanti datevi una spinta e fate un piccolo salto. Effettuare questo salto, dalla posizione dello squat, favorirà una maggiore pressione sulla zona delle ginocchia. Eseguite una serie da 15.

Si tratta di un allenamento da eseguire con costanza abbinato magari a massaggi mirati e pressoterapia da eseguire presso centri estetici specializzati, o mesoterapia, una tecnica contro cellulite e ritenzione idrica praticata in medicina estetica. Ecco invece quali sono i cibi da preferire per evitare la formazione di cellulite e ritenzione idrica sotto i glutei.

L’alimentazione da seguire per ridurli

I fastidiosi rotolini sotto i glutei si possono combattere anche a tavola, evitando la ritenzione idrica che li causa. Evitate il consumo di alimenti confezionati ricchi di grassi e zuccheri e preferite il consumo dei cosiddetti carboidrati buoni: legumi, cereali integrali, frutta secca, verdure a foglia verde, riducendo invece il consumo dei carboidrati cattivi come pane, pasta e riso bianchi, alimenti raffinati come biscotti e torte, e bibite gassate. Tra le verdure, oltre a quelle a foglia verde come lattuga, spinaci , cavolo nero e broccoli, preferite anche carote, peperoni, zucchine e cipolle. Non dimenticate poi la frutta, soprattutto arance, mirtilli, melone, more, kiwi, ricchi di vitamine, antiossidanti e fibre. Ovviamente è importantissimo bere almeno 2 litri di acqua al giorno così da drenare i liquidi in eccesso evitando la formazione di cellulite.

Fonte: Banana rolls: cosa sono e come ridurre i rotolini che si formano sotto i glutei

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi