Che cosa è uno showroom e a cosa serve

{CAPTION}

 

In Italia sta prendendo  piede l’utilizzo degli showroom, anche se la maggior parte delle persone ancora non sa bene di cosa si tratta e quali possono essere i  vantaggi nell’aprire o utilizzare uno spazio di questo tipo.

Nelle grandi  città non è inusuale trovare location adibite a showroom, sia fissi che momentanei, ossia luoghi che per un’occasione particolare (come la presentazione di un prodotto) si prestano a questo utilizzo. Un esempio è il locale Le formiche Roma, che affitta delle sale proprio per chi necessita di uno showroom, godendo anche di un’architettura molto particolare.

Curiosità sugli showroom

All’estero il mercato degli showroom è sempre stato  importante, tanto che i due più grandi e famosi showroom si trovano a Parigi nei pressi degli Champs Elysees,  a New York sulla Quinta Strada e a Monaco di Baviera dove la BMW ha un suo personale showroom da 73.000 metri quadri. Attualmente  si stanno sviluppando anche nel mercato arabo ben rappresentato a Dubai e in Qatar.

Con lo sviluppo della tecnologia che permette di poter cercare prodotti attraverso il proprio smartphone o app per cellulari è diventato molto importante per le aziende avere degli showroom dove il cliente può provare il prodotto che vuole comprare attraverso un servizio di e-commerce.

Tra i primi ad utilizzare un servizio di showroom infatti ci sono due colossi del mondo dell’e-commerce come Amazon e Ebay, che  attraverso l’utilizzo delle app per smartphone, che presentano al loro interno dei codici a barre, permettono a tutti di passare in uno showroom cercare il prodotto di interesse  e acquistare quello che vogliono. L a stessa cosa avviene anche per la tecnologia, infatti anche gli apple store sono considerati degli showroom:qui l’utente può provare tutti i servizi offerti e poi acquistare il prodotto.

All’estero questa tipologia d’acquisto sta prendendo il via, tanto che nei paesi asiatici sono presenti anche dei showroom di food all’interno delle metropolitane: qui il consumatore può acquistare attraverso un codice a barre e  il prodotto poi arriverà direttamente a casa.

I problemi dello showrooming

Questa nuova tipologia di acquisto e  vendita ha sicuramente dei lati positivi portati dalla tecnologia e dall’ utilizzo dell’ e-commerce, ma dall’altra parte il suo massiccio utilizzo porterà molti commercianti fisici a chiudere o ad adeguarsi alle nuove strategie del mercato,  anche se questo risulta molto difficile, visto che i costi sono ancora elevati e il piccolo commerciante non può competere su questo piano con le grandi multinazionali, e c’è quindi il rischio che nei prossimi 10 aNni i piccoli commercianti spariranno del tutto.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi